Nuovi Ray Ban

Nuovi Ray Ban

Nahon interpreta un maniaco stereotipato e privo di motivazioni, come a voler mettere in questione la stessa logica di genere. Nel 2004 appare invece in Calvaire altro horror da incubo mentre nel 2007 è il commissario Fardiano ne Le deuxième souffle, riuscito remake di Alain Corneau del classico di Melville. Se il regista ex poliziotto Oliver Marchal lo cerca nel 2007, come interprete dell’assassino nel tragico e cupo L’ultima missione, con un Daniel Auteuil sempre in piena forma, nel 2008 Nahon appare nel road movie belga, malinconico e bizzarro, Eldorado Road.Le sue ultime due pellicole sono Mammuth, al fianco di un Depardieu pensionato che in sella alla sua moto riscopre le gioie della gioventù, e Adèle e l’enigma del faraone per la regia di Luc Besson..

Nei suoi 188 centimetri Schwarzenegger incarna la causa e la conseguenza di un’intera epoca. Figlio e fautore di quegli anni ’80 in cui il mito del corpo dominava incontrastato; il fisico e l’esteriorità dettavano legge, giustificando l’edonismo e determinando il trionfo della forma sulla sostanza. La sua corporeità spropositata ha contribuito alle stesura di una vera e propria “mitologia cinematografica del fisico” in cui la rappresentazione del corpo ha trovato diverse declinazioni.

Dominik è figlio di un matrimonio basato sull’ambizione e sulla ricerca del successo, quello tra l’imprenditore Andrzej e Beata. Mancano solo cento giorni prima che Dominik consegua il diploma e lasci la più rinomata scuola locale, ma una serie di esperienze umilianti con un altro studente sconvolge la sua vita. Quando poi Dominik legge i commenti su di lui, che i compagni di classe hanno postato su un social network, perde autostima, motivazioni e concentrazione.

Skeeter Bronson è il figlio del proprietario di un hotel che, tanti anni prima, venne costretto a vendere a Nottingham, un approfittatore delle disgrazie altrui. Ora Skeeter è ancora nell’albergo ma come riparatore degli impianti. Un giorno sua sorella Wendy, che non vede quasi mai, gli chiede di occuparsi dei suoi due figli perché costretta ad allontanarsi temporaneamente dalla città.

Adora la pastasciutta e, a scuola, predilige materie quali scienze e matematica.Quattrordici anni, una passione per Audrey Hepburn ma una carriera già improntata a ruoli molto più estremi. Da oggi Chloe Moretz ci guarderà per un po’ con i suoi occhioni magnetici dagli schermi delle nostre sale. Riservata, silenziosa, ma straordinariamente forte ed efficace quando si tratta di procurarsi quel che le serve per vivere, Abby, la vampira di Chloe in Blood Story, è molto lontana dalle vampire ventenni di Twilight e molto meno riconciliata.

Lascia un commento