Occhiali Ray Ban Wayfarer

Occhiali Ray Ban Wayfarer

Considerato da Kurosawa il suo primo film esente da contaminazioni censorie, liberato dalla censura del regime fascista prima e degli occupanti americani in seguito, L’angelo ubriaco rimane una delle rare incursioni del regista nel noir (o almeno a una forma molto personale dello stesso). Kurosawa non si consegna al cinema di genere, ma lo usa per introdurre diversi temi a lui cari, concentrandosi sul valore morale della figura del medico, affidata come da tradizione all’interpretazione di un maestoso Takashi Shimura. Al dottore angelo, fragile quanto a volontà ma baluardo di saldi principi morali, si contrappone il gangster giovane, scriteriato e autolesionista incarnato da un già promettente Mifune Toshiro: il rapporto tra i due, conflittuale ma di grande affetto reciproco, riprende la tipica dialettica kurosawiana sull’amicizia virile e sulla solidarietà umana, con un dualismo Shimura Mifune che tornerà più volte, fino agli esiti di eccellenza de I sette samurai.

Uno dei designers pi influenti degli anni ’90, Helmut Lang si ritirato dalla scena fashion nel 2005, perseguendo una carriera artistica. Il marchio ha subito una serie di trasformazioni che ne hanno considerevolmente ridotto l’impatto direzionale, trasformato in prodotto commerciale senza una vera anima stilistica. L’ultimo tentativo di rivitalizzarlo vede la stylist Isabella Burley come editor in residence, con il compito di assegnare a rotazione la direzione creativa a designers di sua scelta.

In particolare, il commesso ha riferito che l’uomo era uscito dal negozio facendo scattare l’allarme legato al sistema antitaccheggio. Il vigilante presente aveva invitato l’uomo a rientrare per verificare quale fosse il problema e quest’ultimo rovistando nelle tasche del giubbotto che indossava per mostrare di non aver nulla da nascondere dava, invece, modo al dipendente di vedere, all’interno della tasca, un’etichetta antitaccheggio. Ciò ha indotto il commesso Unieuro a richiedere l’intervento della polizia..

La vicenda ruota intorno alla diversa esistenza condotta da due famiglie, una ricca, quella degli Osti, con due figlie entrambi in attesa di un principe azzurro che mai si presenta all e l quella dei Vigetti, povera ed indigente, in cui vive Carlino (Cesare Cremonini), giovane spiantato senza arte n parte, noto nel circondario per i robusti appetiti sessuali ed incubo dei genitori di ragazze in et da marito che egli ammaliava, complice un alito al che, solo su di esse, produceva un tale effetto afrodisiaco da farle capitolare subito nelle sue braccia. Ed ecco che proprio a Carlino viene offerta la possibilit di cambiar vita scegliendosi una moglie tra le due ricche ma bruttine e segaligne zitelle, non senza per il miraggio di una scattante Moto Guzzi e dell gratuito di dieci anni del fondo dove la sua famiglia conduce la grama esistenza. L ghiotta e tutto sembra andare per il meglio, ma i piani falliscono per il fatale quanto fortuito incontro con Francesca, terza figlia adottiva di Osti, con il promesso sposo.

Lascia un commento