Ray Ban 2016

Ray Ban 2016

Nella prima mezzora non ci si annoia; la regia riesce abbastanza sapientemente a ricreare anche una certa atmosfera horror e lo stato di angoscia e tristezza del protagonista palpabile. Ma tutto finisce l eccezion fatta per il cane!Qualcuno ha gi scritto prima di me che con un buon make up si sarebbero realizzati dei mostri pi efficaci di quelli ricreati a computer, che mi fanno pensare contemporaneamente al Signore degli anelli, La mummia e 30 giorni di buio, ma che di certo non mi convincono neanche un po Da un certo tratto in poi come assistere allo scontrarsi di due film totalmente diversi( diversi anche da un punto di vista qualitativo) e cos quel pathos che pervade i primi trenta minuti si perde scioccamente per dare vita ad un epilogo in pieno stile americano.E quasi come se, dopo tante astuzie registiche, lo stesso regista fosse rimasto a corto di idee o, peggio, si fosse stancato del suo stesso prodotto e gli avesse dato un taglio frettoloso, rendendolo una specie di aborto. La classica americanata dell divina e del sacrificio finale.Non penso che lo riguarder Assolutamente d con matt g.; anzi mi sentirei di essere molto pi severo (infatti assegno una sola stella).Passino gli passino le inesattezze, passino pure tutte le omissioni che hanno ridotto la storia ad un ammasso, un informe e insignificante.Passino gli passino le inesattezze, passino pure tutte le omissioni che hanno ridotto la storia ad un ammasso, un informe e insignificante.Neville circondato dai vampiri, costretto a subire un processo sommario con l di aver assassinato i loro simili e quindi, essendo loro la “maggioranza” cio la “nuova specie umana”, apostrofato come “mostro” sicuramente uno dei traguardi pi alti di tutta l di Mateson nonch una delle trovate pi geniali dello straordinario autore; oltretutto, tenendo presente che il romanzo stato scritto nel 1957, oserei dire che sul piano squisitamente metaforico anche di un sconcertante e sconvolgente.

Ottimo cantante/ballerino di musical in scena a Broadway, ma anche attore versatile, spesso impegnato in serie televisive di successo, comparso anche in numerosi film per il cinema. Dopo anni di permanenza in televisione e qualche ruolo secondario al grande schermo, conquista una parte memorabile in The Informant!, dov’è un curioso agente FBI.Inizia la sua carriera come cantante in alcuni musical di Broadway ma spera nel passaggio al cinema. Prima di raggiungere i set cinematografici, si cimenta nei teatri di posa dove registrano alcune delle più importanti serie televisive degli anni Ottanta.

Lascia un commento