Ray Ban Eyewear

Ray Ban Eyewear

Come nel suo lavoro precedente, il dramma in costume Le relazioni pericolose, anche in questo film Frears mette al centro della storia il controverso rapporto che lega i tre protagonisti, presentati contemporaneamente tramite la tecnica dello split screen. Con uno stile narrativo caratterizzato da una sapiente miscela di cinismo e ironia (grazie soprattutto ai taglienti dialoghi), Frears rappresenta un fatale triangolo di bramosia e odio, seduzione e vendetta, soffermandosi nella descrizione dei lati più oscuri dell’animo umano. Nel corso delle vicende, i tre “truffatori” (nell’originale “grifters”) del titolo verranno così coinvolti in uno spietato gioco al massacro, in cui i reciproci ruoli di vittime e carnefici sono sovvertiti di continuo; in fondo, Roy (John Cusack), Myra (Annette Bening) e Lilly (Anjelica Huston) non sono altro che tre anime disperate, inesorabilmente votate all’autodistruzione, dominate dal potere del denaro e senza più nessuna speranza di salvezza né di redenzione..

La metafora del sogno rock che si trasforma in incubo per la grettezza e l’avidità, con i musicisti che finiscono per cibarsi dei propri fans, non è né nuova né sufficiente a sorreggere la storia; e l’ironia non sempre basta a riscattare tutto.Arriva su Raiuno in prima serata (ore 21:10) Coco Chanel, una miniserie in due serate sulla storia della mitica stilista francese. Si preannuncia come la prossima fiction evento, calcolando il grande successo già avuto negli States (si raccontano cifre intorno ai 24 milioni di spettatori sulla tv cavo Lifetime) e tenendo presente che si tratta di un progetto internazionale: è una coproduzione italiana (Rai e Lux Vide), francese (Pampa e Fr2) e americana (Alchemy e Lifetime).Ad interpretare questa icona della moda, e non solo, sono state scelte l’attrice slovacca Barbora Bobulova e l’attrice americana Shirley MacLaine (premio Oscar per Voglia di tenerezza), rispettivamente nel ruolo della giovane e dell’anziana Chanel. Nel cast c’è anche Malcom McDowell, protagonista del memorabile Arancia meccanica, che vestirà i panni di Arthur “Boy” Chapel, infelice amore di Coco.Dopo aver seguito con la macchina da presa un piccolo gruppo di persone in uno spazio limitato (i soldati rifugiati in una casa nell’horror licantropo Dog Soldiers e le giovani speleologhe intrappolate negli abissi di The Descent Discesa nelle tenebre) Neil Marshall torna al cinema con Doomsday, un film pieno di attori e comparse ambientato tra la Scozia, l’Inghilterra e il Sud Africa e girato per le strade, nelle foreste, tra le montagne, nei castelli e persino all’interno di alcune navi.

Lascia un commento