Ray Ban Olympian

Ray Ban Olympian

Fino a che un’operazione alla gola non lo privò di una delle sue qualità migliori (la pastosa voce napoletana), Giuffré fu uno dei più sicuri valori in tv, alla quale si dedicò stabilmente negli anni Sessanta, dopo una lunga, ma splendida gavetta nella compagnia di Eduardo De Filippo (dove aveva debuttato assieme al fratello Carlo). Il grande mestiere gli permise di passare dalla commedia più disimpegnata (le avventure giallo rosa di Laura Storm) alla tragedia classica (Macduff in “Macbeth”), dal dramma moderno (il regista di “La ragazza di campagna”) a quello in costume (don Pedro in “Mariana Pineda”, Corina in Antonello capobrigante). Ha partecipato anche a originali sceneggiati televisivi, tra cui La figlia del diavolo.

La storia possibile di un uomo, Aziz, raccontata attraverso i luoghi in cui ha vissuto: la clinica dove nacque nel sobborgo parigino di Vitry, il quartiere in cui è cresciuto, le scuole che ha frequentato, i luoghi di lavoro. Poi la partenza verso l’Egitto, la Turchia e la strada verso Aleppo, dove è entrato nelle file del Fronte Nusra. Questo viaggio è raccontato anche attraverso quanto emerge dall’archivio giudiziario: interrogatori di polizia, intercettazioni, relazioni di sorveglianza.

Paolo Sorrentino torna a fare cinema direttamente politico in Italia (Il caimano essendo un’abile commistione di politico e privato). Compie una scelta difficile pur decidendo di colpire un obiettivo facile: Andreotti. L’uomo di Stato che è stato definito di volta in volta, la Sfinge, il Gobbo, La Volpe, il Papa nero, Belzebù e, giustappunto, il Divo Giulio si prestava sicuramente a divenire simbolo di una riflessione sui mali del nostro Paese.

Ma anche quando mi sono diplomata al Centro sperimentale di cinematografia mi dicevano che c’era la crisi. Sono tanti anni che lavoriamo in emergenza, eppure il cinema italiano resiste. Io giro spesso all’estero, perché in ogni Nazione ti vedono in maniera riversa.

Ha vissuto da clandestino, fatto il muratore e il giardiniere. Poi è tornato ad occuparsi di musica, ha fondato un gruppo tradizionale, partecipato a vari progetti interculturali nelle scuole. Là bas (2012), di Guido Lombardi, non è la sua prima esperienza d’attore: lo si è visto in La squadra, Tintoria, Alle falde del Kilimangiaro, ha lavorato per il teatro.

I would also have some parameters, like certain miles of fence have to be built each year. Entry exit visas have to be developed. We can no longer let people come and leave the premises if they have been arrested coming in illegally. B (illustrator). 1st. Farro (Saying Yes to the Mountain); Gregory Curtis (Vincent Final Days), Poetry (Peggy O Jon Thompson, Breyten Breytenbach, Iam McClellan, Lawrence Raab, Jordana Rosenberg, Mo Fei, Yang Jian, Cate McLaughlin, David Lehman, Cralan Kelder, Giampiero Neri, Alexei Tsvetkov, Pablo Neruda, Denise Duhamel); 205 clean, unmarked pages; no date given (circa 2000?) Size: 8 vo.

Lascia un commento